piedi

Appesi per le gambe

Appesi per le gambe

Inesatti a definirsi

Sulla strada triboli arrugginiti

Postmedioevo vomitevole

Vogliamo valvole di sfogo

Pretendiamo l’incantevole

E camminiamo storti con i buchi sotto i piedi

 

E l onda di frequenza

Trafigge I nostri spazi sonori

Più simile al binario del suicida

Coi brandelli di cervella

Sparsi tra le pietre

Insieme ai mozziconi

G.U.

Annunci