Che fretta c’era maledetta primavera

(la rubrica che ti racconta come sono andate veramente favole e favolette) a cura di R.V.

Ugly duck in a mirror

Ancora una volta il brutto anatroccolo scappò ben lontano per rifugiarsi, esausto, in un buco nella neve.

L’inverno fu lungo e le sue sofferenze molto grandi… ma un giorno le allodole cominciarono a cantare e il sole riscaldò la terra: la primavera era finalmente arrivata!

continua a leggere

 

Piper con ghiaccio

Il pifferaio allora amareggiato e molto arrabbiato minacciò: – Vi pentirete, oh se vi pentirete di quello che mi fate! Uscì in strada ed eseguì una scala col flauto soffiando a tutte gote poi, aiutandosi con le agili dita, emise dolcissimi suoni.

continua a leggere

.

Sleeping Beauty calling

Nel cortile del castello vide cavalli e cani da caccia pezzati, che dormivano, sdraiati al suolo; sul tetto eran posati i colombi, con la testina sotto l’ala. E quand’egli entrò nel castello, le mosche dormivano sulla parete, in cucina il cuoco aveva ancora la mano protesa, quasi a ghermire lo sguattero, e la serva era seduta davanti al pollo nero che doveva spennare.

continua a leggere

BFF – Best Friends Forever

In quel momento i due porcellini, ansanti e ancora spaventati, capirono quanto fosse importante fare le cose con impegno e corsero verso la casa del fratello maggiore.

Ora erano al sicuro, ma come liberarsi del lupo?

continua a leggere

 

Snow White Baby

…e la regina scoprì che Biancaneve era ancora viva! Grazie a un filtro magico si trasformò in una strega e avvelenò una mela. Poi si recò nel bosco e, fingendosi una mendicante, offrì a Biancaneve la mela stregata. “Coraggio, dalle un morso!” Non appena la fanciulla l’ebbe assaggiata, per incantesimo, cadde in un sonno profondo.

continua a leggere

 

Cinderella Dream

… allora Cenerentola mise la mano nella tasca del grembiule. “Non preoccupatevi” – disse –  “ho io l’altra scarpetta”. Il duca gliela calzò, ed il piede naturalmente entrò senza fatica.  Il quel momento apparve la fata Smemorina, che toccò Cenerentola con la bacchetta magica.

continua a leggere

Sweet dream, Pollicino

…Pollicino e i fratelli allora fuggirono e il mattino l’Orco, scoperto ciò che aveva fatto, li inseguì calzando i magici stivali delle Sette Leghe, che consentono di percorrere molta strada in pochi passi. Pollicino allora nascose i fratelli in una caverna e l’Orco, stanco di cercarli, si addormentò nel bosco…

continua a leggere

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...