Vuoto a perdere

mentre cammini

incurvato dal vento

che plasma

e ti da forma

e trascini,

una pianta callosa avanti all’altra,

il tuo flaccido e decomposto esoscheletro

che non contiene più nulla

se non percolato stagnante

che non è riuscito a gocciolare via con la pioggia.

G.U.

Annunci

4 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...