L’assolutezza è inquietudine

L’assolutezza è inquietudine

Quando l’alba gelida si aggrappa alla collina

E gli uomini in fondo al crinale lanciano le loro grida d’aiuto,

Che assomigliano più a latrati o ragli,

Che a profondi e macabri lamenti umani

E non è un caso se laggiù si muore alla leggera, senza tanti complimenti.

Non c’è tempo da perdere per i morti laggiù. I morti non servono.

G.U.

Ciao Umberto, Ciao Harper.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...