Al pub

Le persone senza vizi sono le persone che non ti devi mai mettere accanto.
(da Taccuino all’Idrogeno – Numero 2)

MediaL’altra settimana, in un pub, incontrai un vecchio amico. Iniziammo a discutere del più e del meno.

Io tenevo la gola umida a sorsate di Punk IPA, dove IPA sta per Indian Pale Ale: fanno parte della categoria Pale Ale, ovvero Birre ad alta fermentazione. L’origine del termine risale alla prima metà dell’ottocento e stava ad indicare le birre ad alta fermentazione prodotte in India. Vi starete chiedendo il perché. Semplice: come avrete studiato a scuola, l’India venne occupata dai coloni Inglesi, noti bevitori di birra, particolarmente di Pale Ale.

Splendidi i pub inglesi, dove passare intere ore ai banconi ad ingollare pinte su pinte di fermentato di malto e luppolo. Beh, stavo dicendo, in India c’erano i coloni Inglesi, così iniziarono a produrre in loco la loro tipologia di birra, solo che oltre a malto, acqua, lievito e luppoli inglesi, iniziarono ad aggiungere luppoli aromatizzati locali o spezie indiane. Ne vennero fuori delle birre ad alta fermentazione particolarmente aromatizzate e speziate, da qui denominate Indian Pale Ale.

Dopo questa frettolosa spiegazione, se volete approfondire l’argomento possiamo farlo in pub davanti a quale pinta, e torniamo a parlare dell’incontro col mio vecchio amico. Come dicevo io bevevo birra, lui coca cola; io tendo sempre a diffidare dagli astemi e raramente mi sbaglio. Iniziammo a chiacchierare.

 

– Ciao H.J., come va? Sempre in forma vedo. La passione per la birra non ti molla fin dai tempi delle superiori eh?

– Ciao Roger. Anch’io ti trovo bene e sei sempre astemio vedo.

– Sì, sempre astemio. L’alcool fa male, io voglio mantenermi.

– Beh sì, fai bene – mi limitai a rispondere. Avrei potuto fargli la ramanzina che una birra media contiene meno kcal di una coca cola media, ma poi sarei passato per il solito petulante alcolizzato di turno.

– Allora H.J., che lavoro fai? Io sono Senior Manager Ecologist.

– Quindi fai il netturbino.

– No non faccio l’operatore ecologico, coordino i turni degli altri netturbini.

– Ah, okay.

– E tu, H.J., che fai? Sei ancora l’eterno sognatore?

– Io faccio lo scrittore e il barman.

– Sì okay, ma di lavoro dico, cosa fai?

– Il Barman e lo scrittore.

– Okay ricordo le tue passioni, ma di lavoro, quello vero, cosa fai?

– Il barman; lo scrittore è il secondo lavoro.

– Oh caspita H.J., ho capito, ma vuoi dirmi che lavoro fai veramente?

– Specialist of Client’s Beverage Manager.

– Grande, di cosa ti occupi nello specifico?

– Ascolto la gente che frequenta i bar, sento cosa vogliono da bere, glielo preparo e glielo servo.

 

Mi affrettai a finire la pinta, ruttai, salutai Roger e cambiai di corsa pub.

Cari amici, diffidate dagli astemi.

H.J.

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...