Siediti e ascoltami

Siediti e ascoltami. Ti prego non farmi domande, ascolta. Ci sono due o tre cose che devo confessarti. Premono contro la parete di carta di riso che è la mia ipocrisia. Ascolta, io dormo ogni notte col pensiero di morire, e il mio ghigno scemo in quei momenti mi allontana dal tuo corpo. Io vorrei affondare la bocca tra le tue cosce, e poi mordere tutta la tua schiena e infine, piegato nella mia condizione, accarezzare il tuo volto beato. Non succede più. Non so il perché. Vedo una valigia pronta ogni giorno, e tu che non ci sei più. Stasera ti confesso il peccato e mi faccio imprigionare dalle tue bianche mani, dentro la cella dalle pareti verdi, che assomiglia alla nostra casa.

P.S.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...