Amica che disegni

Amica che disegni nell’aria asciutta scenari spirituali, di dolcezze antiche e amarezze presenti, amica, io stasera ti ascolto. Sì, ti ascolto e aspetto, e parlo meno, perché ne so meno di te di sacro e aspetto prima di sparare non convinzioni: devo abbracciare ancora mille persone e fare cento viaggi. Non so. Sapevo, certo sapevo, quando ero un ex di mille credenze tutte belle, quando ero incantato dal mondo e aperto a ogni cascata di novità. Oggi aspetto. Non vedo orizzonti rosei, né vallate verdi, vedo soltanto un minuscolo uomo controluce alla terra. L’azzurro, il verde e il nero, affannati e doloranti lo seguono per delineargli il profilo intero. Lui aspetta e intanto ascolta una cara amica che disegna parole misteriose che sembrano delle rose.

P.S.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...