Un pensiero su Wis

Strano pianeta e strana la gente che lo abita,

sottostanno al tempo ma non vogliono accettarlo.

C’è una strana e sottile forma di intuito nel suo poeticare, anche quando parla delle storie dei suoi e dei nostri antenati. Qualcosa di limpido che sfugge alla ovvietà della situazione stessa e la conduce in altre direzioni, verso altre domande. Verso altre ragioni.  C’è qualcosa di scontato di cui non ci eravamo ancora accorti e che lei riesce a portare alla luce stordendoci pure, in molti casi. Si interroga sui grandi temi di sempre, spesso però dimenticati come contenuti in favore della forma, o al contrario usurpati proprio come contenuti in favore della vendita, creando dei versi che sono delle piccole conversazioni tra amici, dei piccoli aforismi, come quelli che nascono frequentemente nei bar o negli ospedali, piuttosto che nelle sale imbevute di intellettuali che girano in circolo su loro stessi e in loro stessi rimangono. I grandi temi di sempre ma anche la gente comune, come lei, come chi vuol leggerla senza veli e senza alcun occhiale a filtrare i sensi e la ratio. E’ un essere quotidiano che erra per luoghi quotidiani chiedendosi come tirare avanti, come percorrere, come risalire la scogliera (o discenderla), come attraversare un ponte in bilico su un dirupo.

E’ ogni giorno. E’ un uomo non affranto e non nostalgico, ma che vaglia tutte le risposte con volontà di procedere, con semplicità, con leggerezza di linguaggio, con ironia. E’ un uomo ma potrebbe essere più di uno. Perfino quando ci scrive di Hitler. Semplicità. (Quasi) immaginabile.

E’ gente.

Come vivere? – mi ha scritto qualcuno,

a cui io intendevo fare

la stessa domanda.

 

Da capo e allo stesso modo di sempre,

come si è visto sopra,

non ci sono domande più pressanti

delle domande ingenue.

Wislawa Szymborska, “Scorcio di secolo”, Gente sul Ponte.

 I.M.

Nota:

l’incipit della “recensione” è tratto da Wislawa Szymborska, “Gente sul Ponte”, Gente sul Ponte.

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...