66 5 4 3 2 1

Provi a fermare il tempo in ogni modo, e ottieni solo che rallenti di qualche minuto. Bella cazzata. Però in fondo ha un senso: come ogni buona prosa, la vita non ha un metodo.

K.S.

Annunci

2 comments

    1. I pugili passano la propria carriera ad allenare, oltre che il corpo, un qualcosa che non ha un nome. È un riflesso fatto d’istinto e cervello assieme, molto più rapido e spesso più esatto del pensiero: è quell’abbassarsi di un pelo sotto ad un diretto o schivare un montante, o torcersi per andare a bersaglio, ancor prima di aver realizzato di averlo fatto. È un senso quasi involontario, che pur essendo innato va cresciuto col tempo e col dolore della pratica costante.
      Anche nella vita, per come la vedo io, il meccanismo funziona identico. L’istinto e la consapevolezza sono necessariamente mescolati, perché il mondo lo si conosce interamente soltanto se lo si è compreso (con la testa) e al tempo stesso indotto, fatta proprio (con l’istinto). Sono il buon senso e il sesto senso assieme a fare la differenza, dopo il suono della campana: e nonostante l’abitudine all’allenamento e alla fatica del conoscere, non c’è pugile che non si faccia fracassare una costola o la mandibola .. e che non voli al tappeto.

      Ti ringrazio a nome di tutta la truppa per i complimenti: certamente ti verremo a trovare! 🙂
      A presto!

      K.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...