Un coniglio scende le scale

Un coniglio scende le scale.

Guarda nella pentola.

Mangia un po’ di cibo. Ne lascia la metà per il coniglio che verrà, che sta ancora dormendo di sopra.

Si siede sul tavolo, e mentre fuma la pipa arriva l’altro coniglietto.

Sorride perché ha fame e c’è del cibo anche per lui.

Il primo coniglietto tra sé e sé pensa “per fortuna che l’ho fatto…non è da me ma qualcosa mi ha fatto cambiare idea”.

E mi chiedo: se tutti i giorni il coniglietto fa o dice delle cose che non reputa tipiche di sé, cosa gliele fa fare?

Forse il coniglietto non si conosce bene, perché probabilmente è da sé dare ascolto alle voci che gli fanno cambiare idea.

S.A.

 

Annunci

2 comments

  1. Sento banalmente il bisogno di chiedere a me stesso chi si conosce davvero in questa vita? Post azzeccato, perché come il coniglietto ognuno di noi con piccoli gesti e azioni può giorno dopo giorno scoprire, se attento, un pezzettino si sé, pezzettino di qualcosa di consistente che non sapevamo neanche ci fosse. Almeno io la vedo così.
    Grazie Taccuino all’idrogeno!

    Andrea

  2. Eh sì, proprio così. Spesso (almeno io) mi trovo a pensare “io? faccio questo? ma è da me?” se lo faccio è qualcosa che mi appartiene.
    Soprattutto ultimamente mi sembra di conoscermi meno. E devo dire che rende tutto più interessante e movimentato.
    Grazie per il commento, mi chiedo sempre se i miei post siano percepiti alla mia maniera anche dagli altri.
    S.A.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...