De Senectute

Ogni tanto nasce una coppia di parole singolarmente adatte tra loro, anche foneticamente, tanto da diventare locuzione. All’inizio possono pure essere frutto di un ragionamento, ma poi il commercio se ne impossessa e fanno fortuna diventando slogan: si sentono ovunque, alla radio, sui libri facilitati per adolescenti e non, e alla fine del loro viaggio diventano la réclame dell’ennesimo profumo francese annunciato dalla solita modella esteroglotta che le pronuncia tra gli spasmi, un orgasmo per sillaba.”Nuove emozioni” è la mia preferita. Non so dire quante volte l’abbia sentita: qualunque cosa vogliano venderti, queste due paroline fanno parte del miraggio, anche quando non sono esplicitate a voce o per iscritto; e non mi stupisce affatto. L’emozione è un bene di consumo, almeno per chi ai miraggi ci crede, e non è il mio caso. Ma il punto non è la pubblicità.

Mi chiedo se non ci sia un punto di non ritorno verso i trent’anni, un limite anche fisico, dell’immaginazione. Mi chiedo quali e quante nuove emozioni si possano provare. Premetto, non sono una cariatide in andropausa; sono, almeno entro certi limiti terminologici, giovane. Ma se ci penso, mi riesce difficile immaginare sensazioni più forti delle prime tette che ho toccato, dell’album che ho ascoltato un milione di volte a diciassette anni, della gita con la scuola, del mio primo cuba libre. Nulla eguaglierà la paura della prima volta che sono salito su un palco da solo, l’attesa dei miei primi natali. Le probabili emozioni “nuove” le conto sulle dita di una mano, ormai. Può essere che sia un perdente, uno sconfitto. Può essere che sia già vecchio ancora prima di iniziare a vivere, o che al contrario sia nonostante l’età fin troppo giovane e ancora incapace di prefigurarmi determinati eventi futuri. Ma tutto fin qui mi fa supporre che le persone, più che la varietà, cerchino l’intensità. Chissà, forse il picco l’ho passato da un pezzo e non mi rimane che provare ad eguagliarlo. E dunque non devo fare altro che ubriacare di spirito la carne molle sotto alla corazza. Hello, is there anybody in there?

 

K.S.


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...