Scambi

Ricordo di essere entrata in libreria uno dei giorni scorsi. Qualcosa mi ha tirato per la cintura della giacca e mi ha trascinato per sei piani.

Ho l’impressione, ma è come in un sogno, di essere stata messa in vetrina, e che tanti tomi di tutte le dimensioni, con nomi molto lunghi, mi fissassero. Alcuni mi indicavano. Altri mi snobbavano. Un paio mi hanno girato e cercavano una descrizione.

Avevo un po’ paura, ma forse era quel timore reverenziale che si prova quando si è di fronte a personaggi eminenti.

Ho l’impressione di non essere io l’autrice e fautrice.

Non sono io che muovo i miei passi fino alla libreria.

Ritengo di essere preda di uno strano gioco.

Mi sembra quasi che quella che è comprata ogni volta sia io, non loro.

S.A.

 

Annunci

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...